Deprecated: L'argomento $control_id è deprecato dalla versione 3.5.0! in /home/customer/www/itacar.net/public_html/wp-content/plugins/elementor/modules/dev-tools/deprecation.php on line 301
Caro Carburante, aumenti da record! - Itacar

Caro Carburante, aumenti da record!

caro_benzina
Written by myriam

Caro Carburante, aumenti da record!

Continua ad incrementare il caro carburante, con la benzina oramai a quota 1,80 euro al litro ed il gasolio verso la soglia di 1,70 euro. Una crescita costante che in soli 20 anni ha portato praticamente a raddoppiare il prezzo del gasolio (+99,4%), e a far schizzare verso l’alto quello della benzina con un aumento dell’81,1%; tutto ciò per gli automobilisti significa, in concreto, un esborso di circa 45,5 miliardi di euro.

Questi i dati di uno studio condotto dall’associazione dei consumatori Consumerismo No Profit e dal Centro Ricerca e Studi di Alma Laboris Business School, che hanno confrontato, per l’appunto, i dati relativi all’attuale costo dei carburanti e quelli registrati nel 2002. Con un’analisi effettuata in modo dettagliato, è stato possibile ricostruire per filo e per segno le pesanti ripercussioni economiche che tali rincari hanno avuto sulla popolazione. Pur con un minimo calo del peso fiscale, tra l’altro, lo Stato è riuscito a beneficiare di tali incrementi, mettendo in cassa 20 miliardi di euro in più.

Il trend di crescita si è stabilizzato nelle scorse settimane, registrando anche lievi ribassi, ma a causa del caro carburante, il pieno resta un salasso per gli italiani costretti a rivedere le proprie abitudini di vita in tema di spostamenti proprio a fronte del caro benzina innescato dall’aumento del costo di gas e materie prime. Lo dimostra un’indagine commissionata da Facile.it e MiaCar.it agli istituti mUp Research e Norstat, secondo la quale il 72% dei rispondenti ha dichiarato di aver cercato di ridurre gli spostamenti in auto. D’altro canto, si legge nell’indagine realizzata su un campione rappresentativo della popolazione nazionale, la spesa cui gli automobilisti devono far fronte è importante: per rifornirsi alla pompa, in media, gli italiani pagano 1.296 euro l’anno.

aumento_benzina

Quali effetti sta avendo la decisione di usare meno l’auto per via dei costi carburante? In base all’indagine, tra i 25 milioni di italiani che hanno preso questa decisione, il 43,1% ha dichiarato di aver eliminato gli spostamenti superflui, il 28,4% ha scelto di muoversi a piedi anziché sulle quattro ruote e il 13,5%, semplicemente, ha optato per i mezzi pubblici. I più attenti al budget, e quindi coloro che stanno cercando di ridurre maggiormente l’uso dell’auto, sono i giovani con età compresa tra i 25 e i 34 anni (76,6%) e gli automobilisti residenti al Sud e nelle Isole (76,1%).

Una nota confortante per gli automobilisti, sempre secondo la ricerca, viene invece dal mondo delle assicurazioni. Se il 2021 è stato un anno negativo dal punto di vista dei costi di rifornimento, l’altra voce di spesa che grava sul budget degli automobilisti, l’assicurazione, è rimasta su livelli bassi per tutto l’anno.

Febbraio 15, 2022
Lascia un commento